CITTÀ DI TARANTO

right_tarantoleft_taranto

Le origini di Taranto vanno ricercate nell’antichità, dato che ha avuto un periodo pre-ellenico come la Grecia.
La leggenda parla di due versioni sulla nascita della città, la prima che risale a circa 2500 anni prima di Cristo dove l’eroe spartano Falanto si mise in mare e giunse alla foce del fiume Tara, dove fondò la sua citta dopo un sacrificio adcartina Apollo.La seconda, fa risalire la nascita della città a 2000 anni prima di Cristo, ad opera degli immediati discendenti di Noè, i cosiddetti Noechidi, i quali, dopo il diluvio universale, si sarebbero dispersi nelle diverse parti del mondo, provvedendo poi, gradatamente, ad incrementare la popolazione.
Secondo la leggenda Taras, alla maniera greca, uno dei figli di Nettuno, sia giunto in questa regione, presso quel corso d’acqua, appunto il fiume Tara che scorre a circa 10 km dalla città, e che da lui prese il nome. Poi, sempre secondo la leggenda, Taras avrebbe edificato, presso lo stesso fiume e il mare, la città che da lui avrebbe preso il nome -Taras, poi Taranto.Taranto è oggi un comune di 197.582 abitanti, capoluogo dell’omonima provincia e terzo più popoloso comune dell’Italia meridionale peninsulare.
La sua provincia comprende 29 comuni, ed è dedita all’agricoltura, alla pesca e all’industria nei settori aeronautico, chimico, alimentare, tessile, e all’artigianato nella lavorazione del legno, del vetro e della ceramica.
È sede di un grande porto industriale e commerciale, e di un arsenale della Marina Militare Italiana, nonché della maggiore stazione navale. È inoltre sede di un importante centro industriale, con stabilimenti siderurgici (tra i quali il più grande centro siderurgico di Europa), petrolchimici, cementiferi e di cantieristica navale.
Situato nell’omonimo golfo sul Mar Ionio, si estende tra due mari: il Mar Grande ed il Mar Piccolo. Insieme a Pilone, nel territorio di Ostuni (BR), e a Santa Maria di Leuca (LE), rappresenta uno dei vertici ideali del Salento.